Se doveva servire una prova tangibile a dimostrazione del legame profondo tra la città e un pezzo della sua storia, ieri sera il bagno di folla accorso su Corso Garibaldi per salutare Enzo Aveta, titolare della storica bottega “Ciro Aveta” di Santa Maria Capua Vetere, ha materializzato in poche ore quel cordone di riconoscenza e affetto durato quasi due secoli di storia. Nell’ambito dell’evento “Profumi di Natale”, il negozio di coloniali che aprirà per l’ultima volta il 31 dicembre, ha regalato i suoi prodotti tipici. Quelli che per anni hanno deliziato i sensi dei sammaritani, dai più grandi ai più piccoli. Musica e animazione con tante famiglie a scattare foto ai propri figli accanto a Babbo Natale.

Aveta e Mirra

A far visita in bottega anche il sindaco Antonio Mirra che ha salutato la famiglia Aveta, simbolo di quel commercio capace di resistere a ben due conflitti mondiali. Una serata all’insegna dell’allegria pre natalizia e con un pizzico di commozione negli occhi della famiglia Aveta. La città ha risposto presente e in queste ore si interroga su chi e cosa troverà nel 2022 al posto di quella insegna diventata simbolo della città.