35 anni passati a deliziare il palato dei sammaritani e di tutti gli avventori di passaggio per la città. La “Paletta d’oro” di Viale Del Consiglio d’Europa a Santa Maria Capua Vetere vanta una lunga storia costruita nel segno della qualità che ne hanno fatto una delle gelaterie più importanti della provincia di Caserta. Apre nel 1987 quando l’attuale titolare, Lino Pasca, da Napoli individua nella città sammaritana il luogo ideale dove poter continuare l’ attività di suo papà Salvatore. Suo maestro. «Nel 1987 mi sono specializzato nella gelateria. Arrivo da Napoli a Santa Maria, perché papà non voleva che aprissi dove c’erano i suoi amici e i suoi colleghi. Questa zona – commenta Lino – nuovissima mi piacque moltissimo e da qui inizia la nostra storia con la dedica del nome della gelateria a papà Salvatore».
Lino Pasca
Paletta D'Oro interno

GELATERIA PALETTA D’ORO – PERCHE’ SI CHIAMA COSI’

Lino Pasca svela anche il motivo che lo ha portato a chiamare la gelateria “Paletta d’oro”.

«Nel 1972 mio padre Salvatore vinse un premio dal nome “Paletta d’oro. Fu premiato al teatro della Mostra d’Oltremare come gelato più buono. Fatto da mio padre Salvatore si trattava del miglior gelato al caffè e per tradizione continuiamo a fatto allo stesso modo con il caffè espresso. Non si usano paste, né liofilizzati o concentrati di altro tipo».

Paletta D'Oro interno 2

PALETTA D’ORO. IL SEGRETO DI UN GELATO TOP

«Fino a qualche anno fa, papà era il mio referente, il mio anziano. Noi siamo privilegiati, perché prepariamo un prodotto che ha un potere enorme. Non solo di non far male ma addirittura di essere nutriente. Avendo avuto grandi maestri, li volevo superare ma non ci riuscivo. Mi venne l’idea di studiare Scienze dell’Alimentazione e ho scoperto un mondo magico. il mio segreto forse è che tutto quello che farei per me dal punto di vista alimentare lo mettiamo a disposizione dei clienti. Ai miei collaboratori ripeto sempre “Pensa che qualsiasi cosa fai, quello che esce dalle nostre mani viene dato in mano ad un bambino”».

Paletta D'Oro

Paletta D'Oro Frigo

COME RICONOSCERE UN GELATO BUONO E DI QUALITA’

Lino Pasca della Paletta D’Oro spiega anche come riconoscere un gelato di ottima fattura:

«E’ possibile riconoscerlo dal gusto, facile per chi è  abituato a mangiare gelato. Dal punto di vista visivo bisogna diffidare da quei gelati esposti in vaschette molto alte, significa che ci sono grassi sofisticati, amidi e addensanti. Altra cosa da vedere è il libro degli ingredienti e consultare le voci addensanti e stabilizzanti. Noi sul banco abbiamo ancora esposto il cartello degli ingredienti a disposizione dei clienti. Poi guardare i colori specialmente per la frutta devono essere variabili, perché varia come a casa nostra siamo abituati che varia quando è fatto con la frutta fresca. Anche Il prezzo è indice di qualità: del basso prezzo bisogna diffidare. Mangiare un gelato con questi crismi significa mangiare un alimento vero e non voluttuario. Lo studio ci ha permesso di arrivare ad una percentuale di frutta al 70% rompendo ogni tabù rispetto al passato».

IL GELATO NEL FUTURO

«Sento il richiamo dei colleghi che vorrebbero un mio ritorno alle associazioni di categoria con il compito di difendere e diffondere il gelato artigianale. Sarebbe interessante creare un marchio di qualità per riconoscere il vero gelato artigianale con l’approvazione di criteri e parametri specifici da rispettare nella sua preparazione. Per quanto riguarda la Paletta D’Oro il nostro obiettivo è quello di continuare a crescere e consegnare nella mani dei nostri clienti un gelato buono e sano»